fbpx

Marketing Edilizia: perché è la soluzione per la tua azienda (+ la mia storia)

Marketing edilizia: perché è la soluzione per la tua azienda e dovrebbe interessarti?

Questo è un articolo lungo ed in un certo senso definitivo. Prima di cominciare, ti chiedo di partire da un premessa che verificheremo insieme.

Marketing Edilizia è molto, molto IMPORTANTE per la tua attività in edilizia.

Non ti chiedo di credermi sulla parola, ma semplicemente di ritenere questa premessa come qualcosa che verificheremo in questo articolo.

All’inizio, un imprenditore o un progettista potrebbe pensare: «io sono competente nel mio settore, perché mai dovrei mettermi a fare marketing per l’edilizia?».

Era la stessa cosa che pensavo anch’io. Ma ti rispondo subito.

Marketing edilizia è l’unico strumento che ti permette di fare più profitti e avere clienti disposti a pagarti di più, diventando il riferimento della tua zona in ciò che fai.

Sai perché?

Perché è vero che magari tu sei competente e i clienti comunque arrivano, seppur con alcune difficoltà, è anche vero che se tu sei competente ma non lo comunichi al tuo potenziale cliente, dovrai accontentarti di una sola “fetta” di mercato anziché puntare all’intera “torta”.

Ma il tuo obiettivo non è “accontentarti”, allora devi assolutamente continuare a leggere.

Perché vedrai come passare al livello successivo con la tua azienda e diventare il riferimento in ciò che fai, lavorando senza rotture di scatole e senza più perdere tempo nella “prigione dell’operatività”.

Marketing edilizia: che cos’è e di che cosa si tratta?

Iniziamo con una semplice domanda.

Quanto sarebbe profittevole avere tanti clienti che ti scelgono come punto di riferimento per la tua attività, eliminando la concorrenza nella tua zona?

E quanto sarebbe soddisfacente venire riconosciuto o riconosciuta
come
il professionista in edilizia* N.1 nella tua zona, vero?

*Uso l’asterisco per specificare che per “professionista in edilizia” intendo tutti i professionisti che operano nel settore edile.

Quindi che tu sia imprenditore edile, architetto, ingegnere, idraulico, elettricista, cappottista e via dicendo, sei comunque un “professionista in edilizia” e la tua attività è a tutti gli effetti un’azienda (anche se magari tu non la vedi – ancora – così!).

La tua attività è un’azienda che si basa sui clienti.

O sbaglio?

Ecco. Questo è il primo punto.

Il secondo punto del marketing edilizia mi ha letteralmente cambiato la vita.

Ed è questo: esiste un sistema testato per ottenere più clienti in edilizia… e in questo articolo ti spiegherò come.

Ma prima lascia che ti racconti un po’ la mia storia, come ho iniziato e come, grazie alle strategie di marketing edilizia, sono riuscito a trasformare la mia piccola realtà in un’azienda strutturata.

Marketing edilizia: la mia storia da piccola realtà ad azienda strutturata

Sin da piccolo, ho sempre lavorato al fianco di mio padre nella sua officina di serramenti.

All’inizio sono entrato in questo mondo quasi per gioco: mentre gli altri bambini andavano in vacanza, io nei giorni di festa mi svegliavo la mattina presto e aiutavo, si fa per dire, mio padre nelle sue avventure lavorative.

Prima di iniziare a studiare tutte le strategie dietro il marketing in edilizia più di 10 anni fa, gli affari andavano piuttosto bene – e non si faceva fatica a trovare nuovi clienti.

Anzi, spesso si chiudevano contratti senza nemmeno fare sconti. 

Era il momento migliore per fare impresa. Poca burocrazia, una stretta di mano e i clienti che pagavano ancor prima di finire i lavori. 

Ma pian pianino lo scenario cambiava. 

Mentre crescevo, cercavo di capire come poter trovare nuove soluzioni al cambio di scenario.

Per fortuna le cose andavano tutto sommato bene, ma iniziavo a preoccuparmi.

Il mio desiderio era quello di dare un contributo all’azienda di mio padre.

Volevo trovare un modo per incrementare i nostri affari e sentivo che quello che stavamo facendo era ormai obsoleto e poco efficace.

Per l’azienda di famiglia non desideravo altro che questo: cambiamento.

Sono sempre stato una persona che non si accontenta mai e cerca sempre di migliorare.

Allo stesso tempo la concorrenza aumentava, mentre la burocrazia anche e i preventivi diventavano sempre più difficili da trasformare in contratti. 

Non sapevo come avrei fatto a dare questo contributo, ma sapevo che ci avrei provato con tutte le mie forze.

Le mie prime difficoltà in azienda

Solo che c’era un piccolo problema. Sin da subito, da quando per intenderci ho iniziato a dedicarmi solo all’azienda di famiglia, mi sono reso conto che non era poi così semplice come pensavo.

Non ti nascondo che ho pensato più e più volte di rinunciare a tutto e continuare il mio percorso universitario, per la felicità di mia madre.

«In fondo, puoi continuare l’università: cercati un impiego fisso e starai sereno per tutta la vita». 

E quando ci pensavo, mi balenavano domande come:

L’università mi permetterà davvero un futuro migliore?
Sto per fare una ca****ta?
Che cosa farò se non funzionerà?

D’altronde penso che chiunque, o quasi, si sarebbe comportato come me di fronte a una scelta del genere. Ma in fondo, l’università non era quello che volevo. Fare impresa era il mio sogno.

L’attività, che mio padre aveva messo su con tanti sacrifici, mi aveva trasmesso la voglia di creare qualcosa di mio.

Insomma, non potevo mollare. 

Eppure… ero sul punto di lasciare tutto.

E proprio dopo una nottata in cui non ho letteralmente chiuso occhio, ho realizzato che mollare non sarebbe stata la scelta giusta.

Così, ho scelto l’azienda, cimentandomi a un futuro incerto e terribile, per come i ‘grandi’ me lo avevano rappresentato.

C’era chi mi diceva che la vita lavorativa fa schifo.

Chi desiderava che tornassi indietro e mi iscrivessi all’università.

E poi c’erano loro, quelli che sembravano non avvertire i duri colpi della vita.  Gli invincibili. O almeno, così li definivo io.

I giorni trascorrevano e la mia insoddisfazione cresceva sempre più.

Ho passato gli ultimi 6 mesi di quel periodo a chiedermi se avessi fatto la scelta giusta o la scelta sbagliata, fino a quando…

Il momento della verità, la scoperta del marketing edilizia

Un giorno, mi accadde una cosa del tutto inaspettata…

Per caso leggo un articolo su un blog americano che parlava di come le piccole e medie imprese facevano fortuna.

A suo tempo – e ti parlo degli anni 2000 – non era così frequente in Italia sentir parlare di marketing.

E questo marketing m’incuriosì davvero tanto.

E ancora di più queste persone che parlavano di marketing dicendo: «chiunque conosca il marketing, non avrà mai problemi economici in vita sua».

Che si tratti di marketing edilizia o marketing per vendere serramenti, cambia poco.

Qui il concetto chiave è: il marketing!”

…silenzio.

…ancora silenzio.

Allo stesso tempo, non vedevo l’ora di tornare in azienda e iniziare a fare marketing edilizia.

Dopo i primi articoli scoperti quasi per caso, mi si aprì un nuovo mondo.

Avevo scoperto la chiave per ottenere clienti in modo ripetuto. E per di più, senza fare sconti e abbassarsi ai livelli della concorrenza.

Preso dall’euforia, parlai subito con mio padre della mia nuova scoperta.

Mio padre mi ascoltò con grande interesse, almeno ero quello che pensavo.

Ma dopo avermi sopportato per 2 ore, mi disse: «non perdiamo tempo con queste americanate, che qui c’è da lavorare».

In quel momento mi sentii uno strano vuoto allo stomaco…

Era come se stessi per svenire.

Per quanto era stato imbarazzante quel momento per me, non immaginavo che il peggio doveva ancora arrivare.

Mio padre ne parlò con tutti i suoi colleghi, amici e compagnia bella.

Ogni volta che incontravo uno di loro, tutti si rivolgevano alla stessa maniera: «è arrivato il Bill Gates dei serramenti! A proposito, smettila di sognare a occhi aperti e passami l’avvitatore!».

Non riuscivo a mandare giù quelle offese.

Così, mi sono ritrovato nuovamente di fronte a un bivio: approfondire bene la materia del marketing edilizia e dei serramenti e soprattutto applicare i suoi principi, oppure finire l’università, ma stavolta senza risentimenti visto quello che mi era accaduto.

Ormai avevo capito che nell’azienda non stavamo facendo marketing, ma speravamo solo che i clienti cadessero dal cielo (come tutti nel nostro settore, a quel tempo).

Ma dovevo dimostrarlo con i fatti e con i risultati…

La grande sfida che ho dovuto affrontare in marketing edilizia

Ero giovane, appassionato e, soprattutto, molto testardo

Perciò questa volta, senza pensarci 2 volte, decisi di approfondire la materia del marketing edilizia e dei serramenti perché sapevo che – se l’avessi padroneggiata – mi avrebbe dato tante soddisfazioni, personali e lavorative.

Avrei goduto di più tempo libero…

Avrei avuto energie da dedicare alle cose che mi piacciono…

Avrei guadagnato di più, molto di più!

E soprattutto, avrei dimostrato a tutti che il marketing edilizia era la strada giusta!

Così, apro il mio primo blog “posaqualificata.it”, con lo scopo di aiutare le persone a scegliere i serramenti senza commettere errori.

Credo di essere uno dei primi, se non il primo, a parlare di serramenti e corretta posa in opera su un blog, nel 2012, in Italia.

Scrivevo come un forsennato.

Pubblicavo articoli ininterrottamente.

Passarono 9 mesi e…niente! Nessun risultato.

Nessuno che leggeva i miei articoli.

E mio padre che continuava a dirmi che dovevo smetterla di perder tempo e andare a lavorare.

Mi sentivo una completa nullità. Volevo sparire dalla circolazione.

Chiunque si è trovato nella mia stessa situazione, sa a cosa mi riferisco.

Ma oramai, non potevo tornare più indietro.

Era entrato in gioco il mio orgoglio.

Volevo farcela, anzi… Dovevo farcela.

E dopo altri 9 mesi, finalmente arrivò il primo lavoro.

Il primo cantiere portato a casa, a 600 km di distanza, grazie al mio blog posaqualificata.it.

Da quel giorno, mi si è aperto un nuovo mondo.

Ho studiato tutte le strategie per farmi trovare dai miei potenziali clienti.

Ho divorato tutto quello che riguarda la SEO, il Copywriting (l’arte dello scrivere per vendere), l’email marketing e così via e…

Pian piano i risultati hanno iniziato ad arrivare

Dopo aver applicato tutto quello che avevo imparato in quel periodo – come inizio di marketing edilizia, sono arrivati altri risultati. Ed è stato sempre un crescendo.

Un primo cliente aveva chiesto espressamente di fare una consulenza con me per analizzare la sua situazione.

Ero incredulo, ma allo stesso tempo sprizzavo felicità da tutto il corpo.

Lanciai un urlo di vittoria. Non ci potevo credere. «Finalmente tutto questo funziona!» Pensai.

E da quel giorno non mi sono mai più fermato.

Nel 2017, infatti, dopo che gli stessi colleghi che prima ridevano di me continuavano a chiedermi consigli su come fare marketing per la propria azienda di serramenti, ho lanciato “Sistema Finestra”.

E questa volta posso gridarlo ad alta voce: lo scopo di Sistema Finestra è aiutare le aziende si serramenti e gli show-room di porte e finestre ad aumentare i profitti e migliorare la gestione grazie al marketing.

Il momento della rivincita e il mio nuovo status quo

Non c’è voluto molto tempo perché mio padre e i suoi colleghi mi chiedessero tutti scusa per non avermi dato fiducia fin da subito.

Sapevo che la “colpa” non era loro, perché erano decenni che lavoravano alla stessa maniera.

Così è dal 2017 che faccio consulenze ad aziende di serramenti e showroom di porte e finestre.

Molti mi definiscono un esperto di marketing per il settore edile, e in tanti chiedono il mio aiuto anche se non hanno aziende di serramenti, ma sono professionisti in edilizia, titolari di altre aziende edili.

Tant’è che ho fondato un’azienda che si occupa solo di questo Marketing al Millimetro con la quale abbiamo lanciato il progetto Marketing in Edilizia e il 1° Summit online sull’edilizia con oltre 500 partecipanti.

Marketing Edilizia: vuoi cambiare anche tu la storia della tua azienda?

Se hai letto fin qui, ti ringrazio e ti faccio i complimenti.

Significa che tieni alla tua azienda e, soprattutto, hai capito quanto sia fondamentale introdurre il marketing edilizia nel tuo modello di business.

Ti ricordi cosa dicevamo prima?

I clienti non cadono dal cielo.

Tuttavia, posso immaginare cosa ti stia frullando nella testa in questo momento.

«Guido ma il tempo? Chi ce l’ha il tempo per mettersi a studiare?».

Ti capisco benissimo.

Io stesso all’inizio ho dovuto sacrificare tantissimo tempo per dedicarmi a tutto ciò che ho fatto.

Beh, lasciatelo dire.

Hai davanti a te 2 strade percorribili:

  1. accantonare un po’ la tua impresa e dedicarti allo studio delle strategie di marketing edilizia;
  2. affidarti a dei professionisti che prenderanno in carico tutto il marketing della tua attività in edilizia, come noi di Marketing al Millimetro.

Con Marketing al Millimetro puoi far funzionare il marketing per l’edilizia all’interno del tuo modello di business e aumentare, di conseguenza, il numero di clienti.

Adesso, però, non ti chiederò di affidarti ciecamente ai nostri servizi ma ti chiedo:

Vuoi diventare il riferimento N.1 nella tua zona per la tua attività?

Desideri trasformare la tua attività in una macchina in grado di attirare clienti interessati?

Vuoi finalmente applicare senza errori il marketing che funziona in edilizia ed aumentare clienti e vendite senza fare sconti?

Se hai risposto di anche ad una sola di queste domande, è arrivato il momento di richiedere la tua consulenza gratuita e senza impegno.

Compila il modulo per ricevere la tua consulenza gratuita.